Come arredare una mansarda bassa e massimizzare gli spazi

Come arredare una mansarda bassa nel modo migliore, arginando il problema del poco spazio a disposizione? Quando si decide di trasformare il sottotetto in una stanza abitabile, che sia adibita a zona notte o a camera degli svaghi, certamente la questione relativa all’altezza limitata è una delle più complicate da gestire. Ecco 5 consigli per rendere la propria soffitta un posto vivibile e di design!

LEGGI ANCHE: Come arredare ingresso di casa e corridoio: 5 idee chic

1. Prendere consapevolezza degli spazi

Partiamo subito col dire una cosa: per arredare una mansarda e, in generale, una stanza che presenta spazi limitati e forme non lineari, non c’è spazio per l’improvvisazione. La prima cosa da fare, in questi casi, è prendere tutte le misure al centimetro, ma proprio tutte! Altezza in diversi punti della camera, pareti laterali, spazi intermedi, finestre. Annotate ogni cosa e portate gli appunti sempre con voi, altrimenti correte il rischio di sprecare un sacco di tempo, di tornare più volte nello stesso negozio e di faticare terribilmente a farvi un’idea di ciò che volete.

2. Funzionalità su misura

L’arredo deve ovviamente essere presente, ma deve essere scelto in modo funzionale. In una mansarda, non si deve sprecare nemmeno un centimetro utile e ogni valutazione deve essere fatta all’insegna dell’efficienza e della razionalità. Per questo motivo, una soluzione decisamente pratica è quella di optare per mobili su misura. Se scegliete di rivolgervi a un falegname, cercate prima di individuare quali elementi d’arredo sono fondamentali e quali, invece, sono secondari e realizzabili solo se ci sarà abbastanza spazio a disposizione e se il vostro budget ve lo consentirà.

3. Valorizzare la zona di gronda

La vera difficoltà nell’arredare una mansarda bassa sta nel dare valore alla zona di gronda, ovvero le parti laterali, dove il soffitto si abbassa e, quasi sempre, non è neppure possibile percorrerlo in piedi. In questi casi, la parte perimetrale può essere sfruttata diversamente. Ci sono diverse soluzioni possibili: potere arredare i lati con pouf, divani e poltrone, inserire una tv, piante, specchi o, nel lato fronte finestra, collocare una scrivania. A seconda dell’utilizzo del solaio, potete pensare di inserirvi anche la cucina o un lavabo.

4. Camera da letto: futon e letti a castello

Se avete deciso di adibire la mansarda a camera da letto per i bambini o a stanza per gli ospiti, potete valutare alcune soluzioni alternative di design. Il letto a castello, ad esempio, è una trovata che permette di economizzare gli spazi, collocando la struttura nella zona più alta del sottotetto e creare un arredo perimetrale che ne ottimizzi la funzionalità. Un’alternativa, se proprio lo spazio non vi consente altro, è di optare per un futon, il materasso ‘avvolgibile’, il quale presenta indubbi vantaggi: non si sviluppa in altezza, può essere facilmente rimosso per recuperare metratura e, se ben collocato, può diventare un ottimo elemento di design!

LEGGI ANCHE: Come arredare la camera da letto: idee per personalizzarla

5. Pareti chiare per aumentare la luce

Una delle problematiche più emergenti in relazione all’arredo di una mansarda è quella della scarsa illuminazione. Per ovviare al problema, il consiglio è di optare per pareti bianche o, comunque, molto chiare, in modo da creare un effetto riflettente che sfrutti al meglio le luci presenti. Applique e luci a muro sono un altro modo di ovviare al problema e di rendere il solaio molto più accogliente e vivibile.

Lascia un commento