Come mettere la carta da parati e come usarla: la guida

La carta da parati è una soluzione pratica, economica e intelligente per rivestire superfici verticali come le pareti di casa e in ambienti al chiuso, ma può essere anche impiegata per personalizzare mobili e oggetti d’arredo. Il suo utilizzo è relativamente semplice e alla portata anche dei meno esperti, basta armarsi della giusta dose di pazienza e creatività! Ecco come mettere la carta da parati e altri consigli utili per neofiti.

LEGGI ANCHE: Come arredare una mansarda bassa e massimizzare gli spazi

Carta da parati: che cos’è

La carta da parati è un tipo di rivestimento impiegato nell’ambito dell’interior design per caratterizzare pareti e supplementi d’arredo. Essa, contrariamente a quanto suggerisce il nome, non è sempre composta da carta, sebbene la sua composizione più largamente usata sia in effetti costituita da un materiale in cellulosa; altre varianti della carta da parati sono quelle in vinile, ovvero una pellicola di PVC che ricopre la carta, o in TNT, ovvero in tessuto non tessuto, vale a dire un materiale simile al tessuto, ma realizzato con procedimenti industriali differenti. L’ultima variante è consigliata soprattutto per il rivestimento di superfici lisce, come quelle in cartongesso o calcestruzzo.

Carta da parati: stampa digitale e stampa meccanica

Fino a pochi anni fa, l’unica tipologia di carta da parati in commercio era ottenuta mediante stampa meccanica. Da circa un decennio, però, ha preso piede una nuova tecnologia, che permette di sviluppare la carta da parati attraverso la stampa digitale. Quest’ultima viene impiegata soprattutto per la stampa su grandi pannelli, sviluppando disegni di ampie dimensioni. Essa, inoltre, offre una gamma di personalizzazioni pressoché illimitata.

La carta da parati ottenuta con stampa meccanica, invece, viene realizzata su rotoli che hanno una dimensione solitamente compresa tra il mezzo metro e i 100 cm circa; ciò impone la realizzazione di un unico decoro, che si ripete sui diversi fogli. Quel tipo di stampa, però, offre un impatto visivo, tattile e olfattivo più incisivo, permettendo inoltre la stampa in rilievo (metodo a goffratura).

Come mettere la carta da parati: occorrente

Per mettere la carta da parati occorrono i seguenti strumenti:

  • un rullo
  • un metro, un righello o una livella
  • una spugna
  • un paio di forbici
  • un pennello
  • un taglierino

LEGGI ANCHE: Come abbellire un bagno piccolo: idee chic e salvaspazio

Come mettere la carta da parati: procedimento

Prima di procedere con l’applicazione della carta da parati, occorre rendere la superficie omogenea, dunque bisogna stuccare la parete e carteggiare le eventuali imperfezioni.

Quindi, si inizia a calcolare l’esatta collocazione della carta, calcolando un margine di circa 7 cm dalla parte superiore e altri e tanti da quella inferiore. Attraverso una livella, segnare le misure del primo foglio e assicurarsi che le linee siano perfettamente perpendicolari. A questo punto, si procede con l’applicazione della colla sulla parete, utilizzando un pennello o, meglio, un rullo.

Ora siamo pronti a incollare il primo foglio: si consiglia di iniziare dall’angolo in alto e procedendo dall’alto verso il basso, fino a che il foglio non è completamente incollato (ricordando il margine da lasciare in alto e in basso). Prima di procedere con il secondo foglio, è bene assicurarsi che non si siano create bolle d’aria; in caso contrario, vanno eliminate utilizzando una spazzola per tappezzeria.

Applicare la colla nell’area destinata al secondo foglio, assicurandosi che i lati dei due fogli combacino alla perfezione. Eliminare eventuali residui di colla con una spugna leggermente umida.

A fine lavoro, completato il rivestimento dell’intera parete, rifinire il lavoro con un taglierino.

Lascia un commento