Come comportarsi ad un colloquio: ecco come ottenere il posto dei tuoi sogni

Siete stati contattati da un’azienda e volete sapere come comportarsi ad un colloquio di lavoro nel modo giusto? Durante un colloquio, si sa, è spesso difficile riuscire a tenere a bada la propria tensione. Questo perché si ha smania di fare buona impressione, di mostrarsi competenti e professionali agli occhi del proprio recruiter.
Esistono comunque dei comportamenti rigorosamente da tenere e da rispettare durante il colloquio della vita. Ma quali?
Ecco di seguito come comportarsi ad un colloquio nel modo più giusto.

LEGGI ANCHE: Tirocinio formativo Garanzia Giovani: cos’è e come funziona

Come comportarsi ad un colloquio: attenzione al look

Partiamo dal look, essenziale per un colloquio di lavoro professionale. Checché se ne dica, la prima impressione è spesso quella che conta, soprattutto in contesti di questo tipo. Evitate mise fin troppo audaci e puntate sul classico, ma senza esagerare. Abbinate sempre ogni colore ed evitate scollature, colori troppo sgargianti e soprattutto no a troppo accessori. Inoltre, prestate attenzione all’ordine ed alla pulizia dei vostri capi, per evitare di apparire sciatte o poco curate.

Come comportarsi ad un colloquio: siate puntuali e ben informati sull’azienda

La puntualità è tutto ad un colloquio di lavoro, per cui il nostro consiglio è quello di presentarvi anche un quarto d’ora prima rispetto all’ora stabilita. Inoltre, informatevi bene sull’azienda che vi ha contattato, in modo da sembrare interessati e preparati. Il recruiter lo apprezzerà!

Come comportarsi ad un colloquio: autostima sì ma senza autocelebrarsi troppo

Nel momento in cui il recruiter vi chiederà esperienza e competenza, raccontate la vostra storia professionale con curriculum alla mano e muniti di sicurezza e fierezza. Di contro, però, non autocelebratevi troppo sottolineando successi raggiunti o il primo posto al torneo di calcetto. Va bene essere sicuri di sé ma senza apparire presuntuosi o spocchiosi.

Come comportarsi ad un colloquio: fate sempre domande

Se non sapete come comportarsi ad un colloquio, sappiate che uno dei segreti per avere successo è quello di fare domande, domande e domande. Non solo vi aiuterà a comprendere meglio di che lavoro si tratta ma vi permetterà di apparire curiosi e interessati agli occhi di chi avete davanti. Attenzione però: tra le domande da non fare, c’è sicuramente quella relativa allo stipendio. Parlare subito di soldi non è molto carino, meglio aspettare il secondo incontro.

LEGGI ANCHE: Permessi rol: cosa sono, chi ne usufruisce, come si usano

Come comportarsi ad un colloquio: all’inizio siate flessibili

La flessibilità è importante, soprattutto all’inizio del lavoro. Per cui se il recruiter vi propone un lavoro full time, oppure degli straordinari, accettate subito (ovviamente se ne avete possibilità). Il vostro spirito di sacrificio sarà sicuramente apprezzato e, se l’azienda che avete davanti è seria, anche remunerato.

Lascia un commento