Diesel o benzina: come scegliere l’alimentazione dell’auto

Se stai valutando l’acquisto di una nuova auto, quasi sicuramente, se sei orientato verso un veicolo alimentato in maniera ‘classica’, la domanda che ti stai ponendo non può che essere: diesel o benzina? La scelta della motorizzazione del motore è una delle principali quando si deve decidere il modello di macchina da comprare. Qui proviamo a fornire una serie di indicazioni per rendere più semplice la tua scelta.

LEGGI ANCHE: Come consumare meno benzina in auto: 7 trucchi per risparmiare carburante

Diesel o benzina: quanto usi l’auto?

Per scegliere quale alternativa sia vincente tra i motori a benzina e quelli a diesel è fondamentale partire dalle proprie specifiche esigenze: non esiste una scelta universalmente migliore, ma dipende dall’uso che facciamo del veicolo. I motori a benzina, infatti, si fanno preferire per un uso urbano e per chi è solito percorrere strade contraddistinte da ripetute interruzioni e ripartenze. Il diesel dà il meglio di sé su percorsi scorrevoli ed è la scelta ottimale per chi usa il veicolo soprattutto su strade extraurbane e su lunghe percorrenze. Volendo dare un riferimento numerico, il diesel si rivela più adatto per chi guida per più di 20.000 km nell’arco di un anno.

Diesel o benzina: durata del motore

Mediamente, i motori diesel hanno un ciclo di vita maggiore rispetto a quelli alimentati a benzina. Ciò accade soprattutto perché i motori diesel operano a un numero di giri inferiore rispetto a quelli a benzina, con il risultato che le minori sollecitazioni fanno sì che il propulsore sia meno sottoposto all’usura.

Diesel o benzina: costi

Fino a non molti anni fa, il costo al litro del diesel era nettamente inferiore rispetto a quello della benzina. Oggi, però, il prezzo dei due carburanti presente differenze molto meno rilevanti che in passato. In compenso, le auto alimentate a diesel presentano un costo maggiore rispetto alle corrispettive a benzina. Ciò significa che occorre fare una serie di valutazioni. Va considerato, infatti, che il maggior valore dei veicoli a diesel resta tale anche nel mercato dell’usato, dunque un’eventuale rivendita del veicolo permetterebbe di recuperare una cifra maggiore in futuro. Sta a te valutare se e quanto il costo maggiorato del diesel valga l’acquisto.

Diesel o benzina: la manutenzione

Sebbene i motori diesel siano più resistenti e, mediamente, più longevi di quelli a benzina, i primi richiedono anche una maggiore manutenzione ordinaria perché sia garantito il loro corretto funzionamento. Se sei un autista particolarmente disattendo o poco zelante, forse dovresti considerare con attenzione anche questo fattore.

LEGGI ANCHE: Macchina meno costosa in Italia: le 5 più convenienti

Occhio ai divieti

In seguito alla scandalo americano del dieselgate nel 2018, anche il Vecchio Continente ha deciso di limitare fortemente l’utilizzo di veicoli a trazione diesel attraverso l’introduzione delle nuove norme europee RDE (Real Driving Emissions). A Parigi, il blocco alle auto diesel è scattato già dal 2020, mentre, per ciò che riguarda l’Italia, a Roma il Sindaco Virginia Raggi ha annunciato il blocco nel centro storico per le auto diesel a partire dal 2024. A Milano, lo stesso stop potrebbe partire dal 2025, ma è già operativo il fermo per i veicoli alimentato da motori diesel Euro 4.

Lascia un commento