Guida per acquistare auto usata: i 5 consigli d’oro

Hai deciso di acquistare un’auto usata, ma temi di incappare in fregature o di fare una scelta incauta? Ti diciamo subito che fai bene a porti questi problemi: optare per un veicolo di seconda mano ha in sé molte minacce, ma anche tanti vantaggi. Così, diventa imprescindibile compiere le proprie valutazioni in modo più consapevole e avveduto possibile. Con la nostra guida in 5 punti troverai la macchina perfetta per te ed eviterai di farti raggirare.

LEGGI ANCHE: Diesel o benzina: come scegliere l’alimentazione dell’auto

1. Fatti prima un’idea

Quello delle auto usate è un mercato vastissimo e senza i giusti riferimenti si rischia di andare fuori controllo. Prima di avviare la tua ricerca, cerca di fissare alcuni parametri da cui non vuoi prescindere: budget (o almeno un range), modello di auto (berlina, station wagon, utilitaria), tipo di alimentazione. Un ottimo punti di partenza è internet, che ti permette di confrontare fra loro le tariffe e le opportunità di mercato. Una volta che ti sarai fatto un’idea, inizia a contattare i venditori.

2. Concessionario o privato?

E a tal proposito: meglio un privato o una concessionaria?. Ovviamente, in entrambi i casi ci sono vantaggi e svantaggi: il privato ti permetterà di risparmiare sui costi di mediazione, ma la concessionaria fa anche da garante, offre una propria garanzia sul veicolo, si occupa del disbrigo delle pratiche. Insomma, dipende da quanto tu sia disposto a fidarti del venditore diretto in cambio di un abbassamento della spesa.

3. Il contachilometri…

Il chilometraggio è certamente un dato da tenere in massima considerazione. Si stima che un’auto perda lo 0,3% del proprio valore di mercato ogni 1.000 km percorsi. Non lasciarti però condizionare troppo dal numero segnalato sul contachilometri: come saprai, essi vengono facilmente manomessi per indicare un numero più basso. Cerca allora di prestare attenzione ad alcuni elementi che possono darvi la misura del livello di usura del mezzo come i tappetini, il cambio, la pedaliera e la tappezzeria.

4. A cosa prestare attenzione

In linea generale, ci sono alcuni elementi a cui devi dedicare un’attenzione particolare quando visioni l’auto: la carrozzeria è certamente la prima cosa che attira l’attenzione; verifica se il mezzo presenta graffi, urti, sezioni prive di vernice. Il motore è chiaramente un altro componente da scrutare con minuzia; assicurati che sia tutto in ordine e che nel veicolo non ci siano perdite. Poi passa a controllare gli interni dell’abitacolo; graffi, strappi, abrasioni sono tutti fattori che deprezzano la vettura e a cui devi dare la giusta importanza. Sistema d’illuminazione; bada che le luci funzionino regolarmente, sia i fari e sia quelle interne all’abitacolo.

LEGGI ANCHE: Come consumare meno benzina in auto: 7 trucchi per risparmiare carburante

5. Fatti accompagnare da un esperto

Anche se non è possibile avere la garanzia totale che l’auto funzioni alla perfezione, è possibile abbassare la soglia di rischio facendo una cosa molto semplice: recati a provare l’auto insieme al tuo meccanico o a un referente esperto che sappia consigliarti per il meglio. Chi si intende di motori, spesso, riconosce in anticipo eventuali problematiche tecniche. Ma questo è persino superfluo dirlo.

Lascia un commento