Elezioni europee 2019: i voti regione per regione

Le Elezioni Europee 2019 si sono concluse e, come già pronosticato dai sondaggi, ha visto la definitiva consacrazione della Lega di Matteo Salvini, che ha conquistato il 34,33% dei consensi. La vera sorpresa è stata l’exploit del Partito Democratico, che è tornato ad essere il secondo partito in Italia (22,69% delle preferenze) ai danni del MoVimento 5 Stelle, fermo al 17,07%. Nonostante una tendenza chiara, però, la mappatura dei voti in Italia evidenzia come permanga una spaccatura tra il Nord e il Sud della Penisola.

LEGGI ANCHE: Matteo Salvini: titolo di studio, carriera, vita personale

Lega dominatrice al Nord

Come facilmente pronosticabile, la Lega ha conquistato tutte le regioni del Nord Italia. Il dominio è stato assoluto in Veneto (quasi la metà dei voti) e in Lombardia (43%), ma le note positive per il Carroccio giungono anche dall’Emilia Romagna, feudo ‘rosso’, dove ha strappato oltre il 33% dei consensi. La percentuale più risicata (27%) è stata registrata in Trentino Alto Adige.

Centro: il PD si prende la Toscana

Anche al Centro Italia, la Lega ha dominato la scena, conquistando quasi tutte le regioni. Quasi, appunto, dato che la Toscana ha scelto il Partito Democratico, primo con 33% delle preferenze. Notevole la vittoria leghista in Umbria, altra roccaforte di sinistra, dove il partito di Salvini si è attestato al 38% delle preferenze. Vittoria del Carroccio superiore al 30% anche nel Lazio, nelle Marche e nell’Abruzzo.

Al Mezzogiorno domina il M5S

Tutt’altra storia al Sud Italia: il Mezzogiorno, in coerenza con l’andamento delle Politiche dell’anno scorso, eleggendo il MoVimento 5 Stelle. I grillini hanno conquistato tutte le regioni, anche se è stata registrata una forte flessione rispetto alle Elezioni del 2018. Picco massimo in Molise, dove i Pentatellati hanno raggiunto il 35%, e in Campania, dove le preferenze conquistate sono state pari a circa il 33% del totale. In Puglia, Basilicata e Calabria il M5S non ha raggiunto il 30% delle scelte degli elettori.

LEGGI ANCHE: Che cos’è lo spread è perché è così importante?

Le isole: Sardegna alla Lega

Per ciò che concerne le isole, la Sicilia ha confermato la tendenza comune al resto del Mezzogiorno, scegliendo il MoVimento 5 Stelle come primo partito italiano. Il 31% dei siculi ha scelto infatti i grillini. Sorpresa invece in Sardegna, dove la Lega è stata scelta da oltre il 27% degli elettori, diventando il primo partito regionale.

Lascia un commento