Origine Festa della Donna: storia, costumi e tradizioni

L’8 Marzo si avvicina insieme ad una ricorrenza molto importante: la Festa della Donna. Nonostante la via consumistica che ha intrapreso negli ultimi anni, in questa giornata sono molteplici le iniziative che mirano a ricordare tutte le conquiste sociali e politiche ottenute dalle donne nel corso dei secoli.
Ma quali sono le origini della Festa della Donna? E le tradizioni più comuni? Scopriamolo.

Origini Festa della Donna

La Festa della Donna si celebra l’8 Marzo per via di una tragedia avvenuta nel 1908: a New York andò a fuoco una presunta fabbrica che si occupava di produzione di camicie dal marchio Cotton, nel quale morirono ben 129 donne. Successivamente, questa versione fu smentita: pare, infatti, che fosse stato un falso storico inventato da alcune femministe per ricordare un altro incendio, questa volta avvenuto il 25 Marzo 1911 nella fabbrica Triangle, dove morirono 146 operai, la maggior parte di queste donne (italiane ed ebree).

Nascita del Woman’s Day

Ma la nascita del Woman’s Day che conosciamo oggi ha merito esclusivamente politico. Tutto si deve al Partito Socialista Americano che nel 1908 decise di riservare l’ultima domenica di Febbraio per la “Manifestazione in favore del diritto al voto per le donne”. Ed è da qui che nasce la prima giornata celebrativa femminile. Ma è alla Russia che si deve la scelta dell’8 Marzo. Nel 1917 dello stesso giorno ebbe inizio la celebre Rivoluzione Russa di Febbraio: un gran numero di donne si riversò nella capitale per rivendicare la fine delle guerre e questo, dopo una serie di fasi repressive, portò al crollo definitivo dello zarismo.
Per tale ragione, l’8 Marzo 1921 fu istituita la “Giornata Internazionale dell’Operaia” valevole per tutti i Paesi del mondo.
In Italia, invece, la Festa della Donna approdò solo un anno dopo, per merito del Partito Comunista d’Italia, e veniva festeggiata il 12.

La tradizione più comune: la mimosa

Esiste una consuetudine tutta italiana per celebrare questa festa: il dono della mimosa ad ogni donna. Ma per quale motivo si compie questo gesto? Pare che madre di questa iniziativa fosse Teresa Mattei, un ex partigiana parlamentare che scelse questo fiore nel lontano 1946, come simbolo della donna in occasione dell’assemblea dell’ Unione Donne Italiane. Si optò per la mimosa per via delle sue caratteristiche tra le quali, lo sboccio proprio a Marzo e la sua struttura al contempo forte e fragile, un po’ come le donne.

Lascia un commento