Zanzare tigre: la Cina inventa il modo di eliminarle per sempre

Torna l’estate e, insieme alle alte temperature, torna un altro incubo tipico della stagione: le zanzare tigre. L’insetto, fastidiosissimo e invadente soprattutto nelle località particolarmente umide e a ridosso di ristagni d’acqua, in alcune località presenta anche un notevole quoziente di pericolosità, poiché portatore di malattie che possono rivelarsi persino fatali per l’essere umano. Per tale ragione, da anni sono in corso studi di diverso tipo per riuscire a debellare la loro presenza. La soluzione più efficace, al momento, sembra essere stata individuata in Cina.

LEGGI ANCHE: La grigliata causa tumore: lo studio americano sul barbecue

Lo studio che elimina le zanzare tigre

Un team di ricerca del Centro congiunto di controllo vettoriale per malattie tropicali dell’Università di Sun Yat Sen, coadiuvato dal Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie di Guangzhou e guidato dal Professor Xi Zhiyong, è riuscito a individuare il metodo perfetto per eliminare le zanzare tigre. Il sistema si basa su due diverse tecniche di sterilizzazione, che rendono infertili sia gli esemplari di sesso maschile e sia quelli di sesso femminile.

Infezioni e raggi gamma per fermare la riproduzione

Il metodo cinese utilizza l’induzione di tre tipologie di infezioni controllate ricavate dal parassita Wolbachia e che renderebbero improduttivi gli esemplari di genere maschile. Alle femmine della zanzara tigre, invece, viene resa impossibile la riproduzione tramite l’esposizione a radiazioni gamma.

I risultati dell’esperimento

I test sono stati effettuati su due diverse isole della Cina poste nel delta della città di Guangzhou, Shazai e Dadaosha. Presso le due località sono state introdotte delle colonie di zanzare tigre, cui è stato somministrato il trattamento sterilizzante. Al termine della procedura, le zanzare sono state liberate, in modo che potessero accoppiarsi con gli insetti sani presenti nella città. Il risultato è stato un abbattimento della natalità. Nell’arco di circa due anni, la presenza di zanzare tigre sulle due isole è stato portato su valori prossimi allo zero.

LEGGI ANCHE: Come abbronzarsi senza andare al mare, in modo sano e sicuro

Abbattimento delle zanzare tigre: le conseguenze

Le due isole sono state scelte per i test pilota poiché particolarmente esposte al rischio di febbre gialla, encefalite e Zika, malattie di cui le zanzare tigre sono tra i principali responsabili. L’esperimento ha avuto esito positivo e ora sarà importante misurare gli effetti sulle malattie di cui gli insetti sono portatori. Nonostante il metodo sia, a quanto dichiarato, del tutto innocuo e privo di rischi per l’uomo, sono sorte perplessità in merito agli effetti derivanti dallo sterminio delle zanzare tigre e, dunque, sull’alterazione degli equilibri ambientali: le zanzare tigre, infatti, rappresentano una delle principali fonti di cibo per numerose tipologie di pesci e uccelli che, ora, rischiano di scomparire dalle due isole scelte per il test.

Lascia un commento