Vacanza con il cane, come organizzarsi: guida definitiva

Organizzare una vacanza con il cane può essere complicato e, di certo, richiede una pianificazione mirata del proprio itinerario di viaggio. Tragitto, alloggio ed escursioni devono essere pensati anche in funzione della presenza del proprio amico a quattro zampe. L’organizzazione di un viaggio con il cane, d’altra parte, oggi risulta molto più accessibile rispetto a qualche tempo fa, grazie anche a una crescente attenzione nei confronti dei turisti che partono al seguito del proprio animale domestico. Ecco allora la guida alla vacanza con il cane: consigli e dritte utili per una vacanza pratica e senza stress, per voi e per lui.

LEGGI ANCHE: Come capire se un cane è felice della propria vita e di star con te

Scegliere l’hotel

Come facilmente intuibile, la priorità è trovare un alloggio pet friendly, ovvero che applichi politiche permissive nei confronti degli animali in struttura. Per individuare un hotel o un b&b adatto alle proprie esigenze è possibile muoversi in modi differenti, ad esempio cercando direttamente su Google ‘hotel pet friendly’ o contattando le singole strutture via mail o telefono per chiedere delucidazioni in merito. Dovete poi tenere presente che la grandezza del cane deve di solito essere specificata a chi vi ospiterà e che influenza in modo sostanziale le modalità di ricerca del posto più adatto: i cani di piccole dimensioni solitamente non incontrano particolari resistenze da parte degli albergatori; differente è invece il discorso per gli animali di grossa taglia, per i quali può essere richiesto un sovrapprezzo, sempre se l’albergatore è disposto ad ammetterli. Al di là della buona predisposizione da parte dei gestori, è importante anche non trascurare le esigenze dell’animale, optando per strutture provviste di giardino, spazi verdi per le passeggiate e per dare al cane la possibilità di trascorrere del tempo fuori dalla stretta stanza d’hotel.

Scegliere come spostarsi

Allo stesso modo, anche in relazione ai mezzi di trasporto si rischia di andare incontro a restrizioni. Diverse compagnie aeree e gran parte dei servizi di trasporti su strada, infatti, nella loro policy prevedono il divieto di spostarsi con un cane al seguito. Prima di prenotare il biglietto, dunque, è necessario assicurarsi che il mezzo di trasporto scelto sia accessibile anche agli animali. In questo caso si consiglia di cercare informazioni specifiche sul sito della compagnia scelta o di contattare il servizio di assistenza. In treno, ad esempio, gli animali di piccola taglia possono viaggiare con il trasportino senza alcun sovrapprezzo.

Pianificare le escursioni

Nella definizione del proprio itinerario di viaggio con cane al seguito, vanno poi definite le escursioni e le visite guidate, tenendo presente che non tutte le attività sono adatte alla presenza di un cane. Qui avete due alternative: optare per percorsi adatti anche al vostro amico peloso oppure individuare sul posto uno spazio che offra il servizio di dog sitter, in modo da affidare il proprio cucciolo ad un esperto durante le ore dedicate all’esplorazione. Se avete in mente una vacanza balneare, le cose sono molto più semplici: basta informarsi sulla presenza di spiagge libere o cercare uno dei tanti stabilimenti balneari aperti anche ai cani; nel secondo caso, potete farvi consigliare dall’albergatore presso cui siete ospiti, dato che spesso le strutture d’hotel e quelle balneari che perseguono le medesime politiche pet friendly sono spesso unite in reti di collaborazione (e non è da escludere che possiate anche strappare uno sconto).

Affidarsi ad agenzie e a siti specifici

Un’alternativa decisamente pratica, ma anche più dispendiosa, consiste nel rivolgersi ad un’agenzia di viaggio in grado di offrire pacchetti completi per viaggi con il cane. Il costo dell’agenzia può in parte essere ammortizzato da riduzioni speciali proposte a chi seleziona in un’unica soluzione il viaggio, l’alloggio e le escursioni sul luogo. In alternativa, sul web esistono diversi portali dedicati agli animali in cui sono elencati tutti i servizi vacanzieri riservati alla vacanza con il cane: in tal modo, potete costruire da voi il vostro itinerario, risparmiando sugli oneri di agenzia. Infine, è sempre bene dare un’occhiata attenta ai forum di settore, nei quali sono gli stessi utenti che, spesso, offrono utilissimi consigli e segnalazioni, frutto delle proprie esperienze personali.

LEGGI ANCHE: Come lavare il tuo cane in modo naturale: consigli molto pratici

Fare una visita veterinaria prima della partenza

Prima di partire, è sempre opportuno portare il proprio cane dal veterinario per una visita di controllo. Una vacanza, per un animale, rappresenta uno stress, ragion per cui bisogna assicurarsi che sia in salute e pronto a sostenere lo sforzo, così da non andare incontro a spiacevoli inconvenienti durante il proprio soggiorno.

Lascia un commento